Brasato al Barolo con tortino di patate

La ricetta completa del brasato al Barolo accompagnato con un delizioso tortino di patate

Il brasato al Barolo è un gustoso secondo piatto tipico della cucina piemontese: si tratta di uno stufato di carne cotto a lungo proprio nel vino Barolo. E’ un po’ impegnativo da preparare, ma farà leccare i baffi a voi e ai vostri ospiti!
Se decidete di cucinarlo, organizzatevi circa 16 ore prima in quanto richiede una marinatura e una cottura piuttosto lunghe.
In questo articolo te lo proponiamo accompagnato da un tortino di patate, un contorno decisamente più facile e veloce da preparare, ma, al tempo stesso molto molto delizioso.
Per scoprire entrambe le ricette continua la lettura fino ala fine.

Brasato al Barolo: ricetta e preparazione

Ingredienti per 6 persone:

  • 1 kg di polpa magra di manzo, della coscia o girello di spalla
  • 120 g di lardo (o pancetta) pestato
  • 30 g di burro
  • 3 cucchiai di olio di oliva
  • un cucchiaio di prezzemolo tritato
  • 2 foglie di salvia
  • un rametto di rosmarino
  • una foglia di alloro
  • 2 spicchi di aglio
  • un pizzico di cannella
  • un chiodo di garofano
  • 2 cipolle tritate
  • una carota tritata
  • mezza costa di sedano tritata
  • un pizzico di noce moscata
  • una bottiglia di vino Barolo
  • brodo di carne q.b.
  • sale q.b
  • pepe q.b.

Preparazione: per cominciare, mettete la carne a bagno nel Barolo, profumato con gli aromi in polvere (cannella, chiodo di garofano, pepe e noce moscata) e lasciatela marinare per circa 12 ore.
Trascorso il tempo di marinatura, tenete il vino da parte e continuate la preparazione.
Tagliate il lardo a listarelle sottili, poi praticate dei taglietti sul pezzo di carne e riempiteli con il lardo. Legate il tutto con lo spago per mantenerlo compatto durante la cottura.
In una casseruola, mettete il pezzo di manzo a rosolare insieme al burro e all’olio, rigirando più volte per dorarlo uniformemente.
Ora, aggiungete il trito di aglio, rosmarino, prezzemolo, salvia e alloro e regolate di sale e pepe.
Lasciate insaporire, a fuoco basso, per circa 20 minuti a tegame semi coperto.
Togliete dal bollore la carne, poi aggiungete il trito di sedano, carota e cipolla, salatela e riponetela sul fondo della casseruola.
Rigirate il pezzo più volte, bagnatelo con il vino messo da parte, incoperchiate e lasciate cuocere a fiamma bassa per 3-4 ore; Se necessario, versate gocce di brodo caldo.
La carne, prima di toglierla dal fuoco, deve risultare piuttosto morbida.
Una volta cucinata a dovere, slegatela, affettatela, disponete le fette in un grande piatto da portata, ricoprite con il fondo di cottura, dopo averlo passato al setaccio, e portate in tavola.
Il vostro brasato è pronto per essere gustato!

Qui sotto troverete la ricetta del tortino di patate.

Tortino di patate: ricetta e preparazione

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 g di patate
  • olio extravergine di oliva o burro q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Preparazione: bollite le patate con la buccia in acqua salata per 35-40 minuti.
Scolatele, sbucciatele e tagliatele a pezzi, quindi, conditele con olio EVO o burro, sale e pepe.
Con l’aiuto di un coppapasta formate dei tortini schiacciando leggermente le patate con una forchetta.
Mettete i tortini in forno a 180-200 gradi per 10 minuti.
Infine, serviteli ben caldi.
Questo tortino può essere servito con carni e pesci, aromatizzato con spezie a seconda dei gusti, può essere accompagnato con una fonduta di formaggio oppure tartufi o funghi.
Buon appetito!

Cosa ne pensate del brasato al Barolo con tortino di patate? Proverete queste due ricette? Se vi va, rispondete con un commento.


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.