Bruxismo: cos’è,sintomi e cure

Bruxismo: cos’è,sintomi e cure

Ti è mai capitato di svegliarti con forti dolori a livello della bocca? Magari associati a mal di testa e a denti che risultano inspiegabilmente consumati in modo anomalo? Potresti soffrire di bruxismo! Questo termine deriva dal greco brùcho (βρύχω), che significa letteralmente “digrignare”, e si riferisce a uno strofinìo non voluto dei denti. Si manifesta perlopiù mentre si dorme, con episodi spesso violenti e rumorosi che potrebbero addirittura svegliare chi ti dorme accanto.

Sintomatologia e indizi.

Il fenomeno definisce una patologia che si caratterizza per un involontario sfregamento dei denti, principalmente durante il sonno, ed è causato dalla contrazione dei muscoli coinvolti nella masticazione. Questi, attivandosi, danno vita a quella che viene definita “parafunzione”, ossia un’attività dell’organismo priva di uno scopo fisiologico preciso.

Se hai sempre dormito solo è meno probabile che ti sia reso conto della problematica, avvertendo magari degli inspiegabili dolori alla mandibola al tuo risveglio. In taluni casi il digrignamento dei denti potrebbe addirittura passare inosservato pur avendo una persona accanto, per via del suo sonno pesante o perché poco rumoroso.

L’occhio attento di un dentista è però in grado di rilevare gli indizi che portano a questa patologia, in particolare valutando l’usura dei denti e la relativa limatura dello smalto, con raschiature intense che potrebbero raggiungere addirittura la dentina. Tutto ciò agevola purtroppo l’insorgenza della carie e, nei casi più gravi, potrebbero verificarsi anche un progressivo distacco dei bordi gengivali, che potrebbe portare alla caduta dei denti, e un deterioramento dell’osso alveolare. Non mancano poi alterazioni nell’avvertire il caldo e il freddo e mobilità ridotta delle strutture della bocca.

Cause, tipologie e rimedi.

È stato stimato che circa il 10-20% dell’intera popolazione mondiale soffra della patologia, con casi di tendenze a stringere le arcate dentarie anche durante la veglia. I medici hanno riscontrato una predisposizione di tipo familiare nei soggetti colpiti, con individui che spesso si rendono conto della cosa solo da adulti.

Esiste una tipologia primaria e una secondaria. Nel primo caso parliamo di individui “sani”, che scaricano lo stress tramite questo involontario sfregamento dei denti, mentre nel secondo ci riferiamo a consumatori di sostanze stupefacenti, antidepressivi e anti-psicotici, che favoriscono l’insorgenza della patologia.

Tra le concause sono menzionate anche: un’occlusione non perfetta degli elementi dentali, eventuali malformazioni di mascella e mandibola, alterazione psichica ed eccessivo stress.

I dati ricavati dagli encefalogrammi ci dicono che gli episodi si manifestano solitamente durante la seconda delle 5 fasi del sonno e durano in genere pochi istanti, ma possono manifestarsi più volte durante il riposo.

L’unico rimedio efficace al giorno d’oggi è il “Bite”, ossia una struttura in resina da inserire tra le arcate mentre si dorme, al fine di proteggere la superficie dei denti.

Come comportarsi.

Ancora oggi in fase di studio, il bruxismo può dipendere da varie cause e concause, genetiche, comportamentali e ambientali. Nel caso abbia il sospetto di soffrire di questo disturbo, rivolgiti a un professionista del settore che sappia valutare in modo oggettivo la tua situazione e possa consigliarti sul da farsi.

 

NB: articolo puramente informativo, non medico. Non sostituisce il parere di un esperto. In caso di dubbi, contattare il medico o uno specialista

Link e prodotti utili:

Se questo articolo vi è piaciuto vi consiglio di leggere anche il post dedicato al significato di – Come trasformare un sogno in numeri fortunati 

Come trasformare un sogno in numeri fortunati?  Per chi volesse dare un risvolto diverso all’avventura onirica e tentare la fortuna, in questo articolo vi spiegherò un modo molto efficace per trasformare un sogno in numeri fortunati.

Innanzi tutto bisogna studiare bene il sogno fatto e, riuscire a capire quale simbolo onirico vi ha maggiormente colpito. Poi bisogna trasformare in numero la parola trovata tenendo presente che ad ogni lettera corrisponde un numero. Continua

www.tuttosogni.it

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.