Capelli: come tornare al colore naturale senza effetto ricrescita

Noi donne amiamo cambiare e sperimentare look diversi e spesso lo facciamo cambiando, anche radicalmente, colore alla nostra chioma. Ma chi di noi non si è mai stancata o pentita di una nuance che ci sta male o non ci piace più? Oppure è scattata, semplicemente, la voglia di far risplendere la tonalità che madre natura ci ha dato? E, a questo punto, come si fa a riportare all’origine o quasi, i capelli senza quel fastidioso effetto ricrescita? Il procedimento, non è uguale per tutte le capigliature, infatti, dipende dal colore che si è fatto, se più chiaro o più scuro oppure, caso più difficile (ma non così raro) se ci si vuole “rassegnare” al grigio o bianco dell’età matura. Vediamo, quindi, nei prossimi paragrafi come fare, a seconda delle esigenze.

Capelli: come tornare al colore naturale senza effetto ricrescita – Da più chiaro a più scuro

Se la tua base è più scura rispetto alla colorazione fatta, l’operazione è relativamente semplice. Infatti, basterà tingere i capelli (o la parte schiarita, se c’è già la ricrescita) della tonalità uguale, o, comunque, più vicina alla propria. Tieni, comunque, conto, che un biondo molto chiaro sarà difficile da coprire e il rosso tenderà a riemergere, per cui potrebbe essere necessario ripetere il trattamento un paio di volte.  Per evitare di sbagliare nuance o  di avere riflessi strani, ovviamente, puoi affidarti alle mani di un parrucchiere. Può anche succedere che la tinta scarichi coi lavaggi e ti ritrovi con un effetto simil-shatush che non è niente male. Se c’è già abbastanza ricrescita, puoi anche considerare un taglio molto corto che eliminerà definitivamente tutta la parte colorata.

Capelli: come tornare al colore naturale senza effetto ricrescita – Da più scuro a più chiaro

Tornare, invece al colore naturale dopo una tinta più scura, è già più complesso. Le soluzioni più immediate sono la decolorazione o il decapaggio (affidandosi, assolutamente, a un professionista!) che potrebbero seccare e indebolire la chioma, soprattutto se la schiaritura necessaria è molto forte. Inoltre, questi trattamenti lasciano, quasi sempre, indesiderati riflessi ramati da dover coprire con una successiva colorazione. Per cui, questi metodi sono consigliati solo se il risultato della tinta proprio non ti dona o non ti piace per nulla.
Se il colore artificiale ti sta bene o ti piace e ti sei solo stancata di ritoccarlo mensilmente o, comunque desideri riavere i tuoi riflessi naturali, c’è un’alternativa che richiede più tempo e pazienza. Puoi, infatti, applicare delle colorazioni semi permanenti, come Movida di Garnier o Casting Creme Gloss di L’Oreal per coprire la ricrescita ed eliminare gradualmente la parte tinta tagliando i capelli. Questo tipo di tinte, come saprai, scompaiono gradualmente dopo alcuni lavaggi.

Capelli: come tornare al colore naturale senza effetto ricrescita – da tinta a grigio o bianco

Nel caso in cui tu abbia deciso di smettere di tingerti per lasciare spazio al grigio o al bianco dell’età, allora, la situazione è molto più complicata. Se sei grigia e non vuoi tagliare tutti i capelli, puoi optare per un colore o delle meches in tonalità cenere, in modo che la ricrescita sia, più che altro mimetizzata. Se la tua chioma è completamente bianca, invece, le uniche soluzioni sono o una decolorazione molto forte (che, comunque, difficilmente risulterà uguale al bianco naturale e, probabilmente, danneggerà molto i capelli) oppure un taglio drastico.

Ti è stato utile questo articolo? Stai pensando di tornare al tuo colore naturale di capelli, oppure l’hai letto per semplice curiosità? Se ti va, rispondi con un commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *