Come cambiare il pannolino al bambino

Come cambiare il pannolino al bambino

Come si cambia un pannolino?

Senza dubbio, sappiamo tutte che è una procedura necessaria che va effettuata diverse volte al giorno.

 Ma quali pannolini usare?

E’ meglio farlo prima o dopo il pasto? 

Come pulire il culetto e le parti intime del bambino?

Come cambiare il pannolino al bambino: quali pannolini usare

Una delle domande che ci poniamo spesso è quali pannolini siano più adatti per i nostri bambini, se quelli lavabili o quelli usa e getta e quale marca usare.

Sicuramente, abbiamo spesso sentito parlare degli arrossamenti del sederino o delle zone intime, ma la colpa non è quasi mai dei pannolini. Le irritazioni della pelle del bambino, normalmente, sono causate dalle feci e dalle urine che, se non vengono pulite subito, possono anche causare eczemi. Le allergie causate dai materiali dei pannolini sono piuttosto rare.

La risposta alla domanda è, quindi, utilizzare qualsiasi tipo di pannolino ci faccia più comodo a meno che nostro figlio non abbia particolari problemi di cute e il pediatra ci dia delle specifiche indicazioni. Ovviamente, dobbiamo preoccuparci di scegliere la taglia adatta per evitare che stringa troppo o che ci siano fuoriuscite.

Possiamo quindi dire che invece di preoccuparci troppo per la tipologia di pannolini, dobbiamo preoccuparci di cambiarli ogni volta che sono sporchi.

Il pannolino è meglio cambiarlo prima o dopo il pasto?

Molti genitori credono che sia sbagliato cambiare il bambino che ha appena mangiato perché, prendendo freddo alla pancia, gli si potrebbe bloccare la digestione. Purtroppo, però, i piccoli possono fare i loro bisogni in qualunque momento della giornata, anche durante il pasto.

E’ altamente consigliato liberarsi immediatamente del pannolino sporco se non vogliamo che nostro figlio vada incontro ad arrossamenti, o peggio ancora, a lesioni della pelle.

Se la nostra casa o qualunque altro luogo in cui lo cambiamo ha una temperatura adeguata non abbiamo nessun motivo per temere la salute del bambino con lo stomaco pieno.

Come pulire il culetto e le parti intime del bambino?

I bambini (e, ovviamente, le bambine) vanno puliti prima dalla parte dei genitali e poi verso l’ano, prestando attenzione a non tralasciare le pieghe. La zona sporca di feci va lasciata per ultima per evitare di portare residui sulla zone intime del piccolo.

Per l’igiene sono preferibili le salviette umide usa e getta o del cotone idrofilo imbevuto con del detergente specifico. E’ meglio evitare le spugne perché tendono a trattenere lo sporco anche dopo averle accuratamente lavate e strizzate.

Questo articolo è stato ispirato dal libro: IL BAMBINO DALLA A ALLA Z – Prontuario di puericultura in 500 voci  – di G. Ferrari – G. Carini

  1. Ferrari è un medico chirurgo, specializzato in Pediatria
  2. Caroni è laureata in medicina e specializzata in Pediatria

Vi potrebbe interessare anche l’articolo – Gruppo sanguigno di un bambino

www.mondosogni.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.