Competizione nail, un esperienza da provare.

Bentrovate. Vi confido che i miei pensieri, ultimamente , sono indirizzati alla competizione di Nail. E, voglio condividere con voi una riflessione personale al riguardo. Da poco ho partecipato alla competizione Internazionale della Ricostruzione Unghie, categoria benginer ( studenti) sezione French gel.

Competizione nail, un esperienza da provare

E’ stato un ottimo banco di prova per testare le mie capacità e per comprendere come dedizione ed esercizio siano indispensabili per ottenere risultati soddisfacenti . Bisogna svilupare la capacità di lavorare sotto pressione in modo veloce e accurato, qualità che indubbiamente sono fondamentali anche nel lavoro di salone.
Nella prova a cui ho partecipato, il regolamento prevedeva una mano smaltata di rosso e l’altra mano con l’esecuzione dell French. Per ottenere un buon lavoro ed essere veloci si deve sapere automatizzare il proprio lavoro.


La preparazione della gara è indispensabile , e in fase di allenamento cronometrare il tempo preciso che si impegna ad eseguire ogni passaggio , può aiutare molto.
E’ importante riuscire ad immaginare il lavoro finito, in modo di anticipare eventuali errori e poter correggerli immediatamente, come le pendenze, innalzamenti , abbassamenti o una debole curvatura C. Partecipare ad una competizione è una esperienza che ogni persona appassionata di Nails dovrebbe provare almeno una volta nella vita.
Perché più che con gli altri competi con te stessa.
Elena Vivsenco
Vuoi raccontare anche tu un’esperienza o condividere con noi le tue soddisfazioni (piccole o grandi che siano) in campo unghie? Inviaci il tuo racconto seguendo questo link e lo pubblicheremo a nome tuo!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.