Incubi infantili

Incubi infantili: degli incubi infantili si è sentito parlare fin dalle prime documentazioni scritte dalla storia umana.

Pubblicità

Nulla è più potente e terrificante di un incubo per un bambino.

Ad un bambino manca la capacità di comprendere il concetto di confine tra la realtà e la fantasia, e tra il sonno e la veglia. Quando è piccolo non è neppure in grado di raccontare ciò che gli è accaduto e per quale motivo è tanto spaventato.

Gli incubi si manifestano più spesso nei bambini che non negli adulti, e alcuni studi hanno dimostrato che gli adulti che soffrono di incubi cronici spesso hanno cominciato ad avere tali problemi nell’infanzia.

Incubi infantili

Un medico belga nel XVI secolo  compilò una lista nella quale elencava i 52 disturbi più comuni dei bambini, gli incubi o i brutti sogni erano al  nono posto.

La psicologa esperta mondiale di sogni  P. Garfield, ha condotto una ricerca sugli incubi, prendendo come campione 120 bambini tra i 5 e gli 8 anni. Su un campionario di 247 sogni il 73% faceva parte dei “brutti sogni”.

Gli studi condotti fino ad oggi, hanno messo in evidenza che i bambini sembrano lamentare un maggior numero di incubi in cui li vedono vittime di violenze rispetto agli adulti.

Gli incubi in cui il bambino viene inseguito da mostri, da sconosciuti o bestie feroci sono dei sogni infantili dai contenuti negativi  maggiormente diffusi.

Uno dei principali ricercatori sul fenomeno degli incubi è Ernest Hartmann.

Ernest Hartmann  afferma che, generalmente, gli incubi dei bambini nascono dal loro latente senso di vulnerabilità. Man mano che crescono, i bambini possono acquisire una maggiore difesa nei confronti  dei motivi di stress originati dalla vita reale, grazie ai quali , una volta entrati  nell’età adulta, essi cessano di essere afflitti dagli incubi ( fatta eccezione per quei brutti sogni sporadici fatti dalla maggior parte delle persone).

C’è una differenza tra i terrori notturni  e gli incubi infantili.  La differenza sostanziale sta nel fatto che nei terrori notturni il bambino si sveglia senza un ricordo  specifico di ciò che lo ha spaventato, negli incubi il contenuto del sogno viene spesso ricordato, a volte anche nei dettagli.

La fonte e la causa dei terrori notturni sono sconosciute, ma alcuni studi hanno dimostrato che, nella maggior parte dei casi, la frequenza diminuisce con il progredire dell’età. Leggi anche l’articolo: Terrore notturno dei bambini

Link e prodotti utili:

La fonte principale di questo articolo è “ IL LIBRO DEGLI INCUBI”  di Jeff Belanger e Kirsten Dalley

Questo libro non parla dei soliti sogni ma di incubi e dei sogni più inquietanti, quelli che spesso si ricordano con angoscia.

E’ una vera e propria enciclopedia dell’incubo, che raccoglie le diverse interpretazioni a proposito dei brutti sogni.

Jeff Belanger studia il paranormale e scrive su questo argomento dal 1997. Nel 1999 ha fondato il suo sito www.ghostvillage.com  dove si possono trovare tutti i suoi articoli.

Kirsten Dalley è redattrice presso una piccola casa editrice.

Questo libro potete trovarlo cliccando qui: “IL LIBRO DEGLI INCUBI

www.tuttosogni.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.