La dieta da seguire dopo il parto, consigli per tornare in forma

La dieta da seguire dopo il parto, consigli per tornare in forma: l’attività fisica, anche se ben impostata e praticata con regolarità, non basta per riuscire a riacquistare la forma fisica dopo aver partorito.

Per sentirsi bene dentro è importante un’alimentazione adeguata.

Nei giorni successivi al parto, la donna si muove poco e le pareti addominali precedentemente distese non hanno ancora riacquistato la loro normale elasticità.

Un’alimentazione  eccessiva potrebbe essere di ostacolo allo svuotamento dell’intestino e creare dei fastidiosi problemi, spesso legati alla presenza di emorroidi.

La dieta dovrà dunque essere leggera ed equilibrata. Col passare dei giorni, la dieta potrà diventare gradualmente più ricca di proteine, vitamine e sali minerali, soprattutto se si allatta al seno.

Dieta post parto, consigli per tornare in forma

Innanzi tutto, è bene ascoltare il proprio medico curante, farsi dettare da lui/lei le principali regole alimentari e l’eventuale dieta da seguire. Egli infatti, conoscendo bene il vostro fisico è in grado di consigliarvi in base alle vostre esigenze specifiche.

Esistono delle regole valide per tutti, soprattutto per quanto riguarda i comportamenti da evitare.

Se allattate al seno il vostro bambino, è meglio bere tanto, tenendo conto della quantità di latte che dovete produrre.

Non si dovrebbe bere vino o alcolici vari, o, se proprio non riuscite a farne a meno dovete berne in quantità moderata. Sarebbe meglio evitare anche le bibite gasate, gli aperitivi e i liquori.

Per chi ama il caffè si consiglia di berne poco.

Sarebbe preferibile eliminare dalla dieta di tutti i giorni, tutti i cibi molto piccanti, molto salati o conditi con salse grasse.

Questi consigli, naturalmente, non si devono interpretare come un rigore assoluto: diciamo che è raccomandabile un autoregolazione tale da togliere gli eccessi, lasciando il gusto del cibo appetitoso.

Nella vostra dieta, non devono mai mancare carni e pesci, alla griglia o lessati con dei contorni di verdure fresche di stagione ( per reintegrare il ferro perso durante la gravidanza).

Infine, non vanno mai dimenticati il latte e i formaggi, perché sono ricchi di calcio e fosforo.

E’ molto importante mangiare anche la frutta perché ricca di vitamine.

Non dovete essere ossessionati che la vostra alimentazione possa influire negativamente sulla composizione del latte che date al vostro bambino.

E’ opportuno però, fare molta attenzione agli eventuali medicinali che prendete. Non dovete mai prenderli di vostra iniziativa, ma si deve ricorrere sempre al parere e al controllo del vostro medico curante.

Il consumo di sigarette deve essere eliminato, o almeno ridotto, perché la nicotina passa nel latte.

Questo articolo è stato ispirato dal libro: E’ nato, manuale di puericultura per i primi anni di vita del bambino.

Vi potrebbe interessare anche l’articolo – Gruppo sanguigno di un bambino

www.consigli.tuttosogni.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *