Olio di lino: proprietà e benefici

Olio di lino: proprietà e benefici

L’olio di lino (o olio di semi di lino) è un prodotto naturale ricavato dai semi di lino. Quali sono le sue proprietà e benefici? Scopriamolo subito.

Olio di lino: proprietà e benefici per la salute

L’olio di lino è ricco di acidi grassi polinsaturi omega 3 e omega 6, tra cui l’acido linoleico. Questi acidi grassi essenziali aiutano il controllo della colesterolemia totale: contrastano, infatti, il colesterolo LDL favorendo l’aumento del colesterolo HDL. L’olio ricavato dai semi di lino è un ottimo alleato della salute cardiovascolare in quanto in grado di prevenire ipertensione e patologie degenerative, come l’arteriosclerosi.

L’olio di semi di lino aiuta anche il buon funzionamento dell’apparato gastrointestinale; svolgendo una funzione di gastroprotettivo e lassativo naturale, è un valido “amico” contro bruciori di stomaco e stitichezza. Grazie al contenuto di vitamina E e altri ossidanti, questo prezioso olio è utile contro radicali liberi e invecchiamento precoce.

Olio di lino in cucina: 

L’olio di lino deve essere consumato crudo perché con la cottura perde tutte le sue proprietà e diventa, addirittura, tossico. Il suo sapore si accosta particolarmente bene a carni bianche e verdure.

Olio di lino: proprietà e benefici cosmetici

L’olio di semi di lino si può utilizzare anche per la bellezza di pelle e capelli. Grazie alla sua funzione emolliente e antirughe, si può usare come idratante dopo la doccia, o per realizzare maschere e impacchi contro disidratazione cutanea e segni del tempo. Usato come pre-shampoo rappresenta un buon rimedio naturale per rivitalizzare capelli sfibrati e combattere le doppie punte. Dopo il lavaggio della chioma, invece, prima dell’asciugatura, l’olio di lino elimina l’effetto crespo e protegge dallo styling.

Olio di lino: avvertenze, controindicazioni ed effetti collaterali

L’olio di lino è sconsigliato in caso di diarrea e allergia ai semi di lino (piuttosto rara). Il consumo eccessivo potrebbe causare gravi effetti lassativi. Per mantenerne le proprietà, quest’olio deve essere conservato in bottiglie di vetro scuro, lontano da fonti luminose e dal calore. Per sicurezza, conservalo in frigorifero o, comunque, a temperature inferiori ai 20 gradi. A differenza di altri oli vegetali, deve essere consumato entro un mese dall’apertura.

Vi consiglio di leggere anche l’articolo – Siliconi e petrolati nelle creme viso e corpo

Link e prodotti utili:

www.mondosogni.it



Video interessanti scelti per te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.