Olio per cuticole: come, quando e quale usare

La guida completa a come usare, quando usare e quale olio per cuticole preferire.

L’olio per cuticole è un complemento essenziale per la manicure in quanto aiuta a idratare, ammorbidire e nutrire la pelle che circonda le unghie, evitando che si secchi creando le antiestetiche “pellicine”. Come tutti i prodotti, però, va usato in maniera corretta e con costanza per poter apprezzare tutti i suoi benefici. Ma come si usa e ogni quanto va applicato l’olio cuticole? Quale è preferibile utilizzare? Ecco tutte le risposte alle domande più frequenti.

Come si usa l’olio cuticole? Ogni quanto va applicato?

L’olio cuticole è un prodotto venduto in flaconcini con pennello simili a quelli dello smalto o, in alternativa, in comode penne con punta imbevuta.

Olio per cuticole Wycon: recensione di Francesca6

Olio Cuticole L’oreal: recensione di Chiara

Olio Cuticole Essence: recensione di Barbara

Non va confuso con la crema mani o con altri complementi per la manicure, è un vero e proprio olio più o meno leggero, che va applicato sulla zona di pelle che circonda l’unghia.

Successivamente è necessario massaggiarlo sino a completo assorbimento in modo che tutte le sostanze nutrienti penetrino in profondità idratando la cute ed evitando che si secchi.

L’applicazione dovrebbe essere quotidiana, in caso di cuticole molto secche e soggette a disidratazione (per esempio, per il freddo o per l’uso di detergenti) consiglio di metterlo anche due volte al giorno, mattina e sera.

Inoltre va usato dopo ogni manicure, soprattutto se si utilizza una lampada uv/led o dei solventi. L’importante è utilizzarlo sempre con ultimo passaggio, mai prima, per evitare che il colore salti prematuramente o che il gel si sollevi dopo pochissimo tempo.

Quale olio cuticole usare? Che ingredienti preferire?

L’olio per la cura delle cuticole è ampiamente diffuso e di facile reperibilità. Tutti i marchi beauty/make up che vendono anche prodotti manicure ne hanno in assortimento e il costo non è eccessivo, anzi, assolutamente alla portata di tutte.

Ciò che fa la differenza è la composizione. I più comuni in commercio sono a base di oli vegetali come l’argan, l’olio di mandorle dolci, olio di albicocca e olio di ricino. Si tratta di ingredienti molto validi, da scegliere a seconda delle proprie preferenze.

Tuttavia, alcuni prodotti low cost contengono oli di origine petrolchimica come la paraffina (paraffinum liquidum) e alcuni tipi di siliconi (dimeticone, ad esempio). Personalmente mi sento di sconsigliarli, non perchè siano brutti e cattivi per forza, ma perchè non sono funzionali.

E’ qui la differenza: gli ingredienti come la paraffina o i siliconi donano un’immediata sensazione di “setosità” che a primo impatto potrebbe far apparire l’olio cuticole validissimo, ma ho notato che si tratta di una cosa momentanea, destinata a sparire in poche ore, lasciando la pelle esattamente come prima.

A differenza delle materie prime naturali, non nutrono affatto, anzi mi sento di dire che, al contrario, “soffocano” la pelle disidratandola ulteriormente e facendo in modo di dover riapplicare molto più spesso il prodotto.

Riassumendo non c’è un marchio più valido dell’altro, ma è semplicemente una questione di composizione. Quando devi acquistare un olio cuticole, prenditi un momento per leggere l’etichetta e controlla bene le prime voci dell’inci.

Se non sei molto pratica, ecco una lista degli oli naturali da preferire:

  • Olio di ricinoRicinus communis o castor oil 
  • Olio di jojobaSimmondsia Chinensis Oil
  • Olio di mandorle dolciPrunus Amygdalus Dulcis Oil
  • Olio di argan: argan oil o Agania Spinosa Oil
  • Olio di noccioli di albicocca: Prunus Armeniaca Kernel Oil o Prunus Armeniaca (Apricot) Oil
  • Olio di olivaOlea Europaea Oil

Alcuni oli per cuticole vengono spesso arricchiti da sali minerali, vitamina E (tocoferolo o tocopherol), vitamina A (carotene) e altre sostanze nutrienti di origine naturale.

Spero con questa guida di averti dato qualche consiglio in più su come usare l’olio per cuticole, sulla frequenza e sulle modalità di applicazione. E tu? Quale usi? Hai mai prestato attenzione agli ingredienti oppure no? Lasciami un commento!

6 Commenti

Leave a Reply
    • Io ti consiglio di applicarlo, in modo da avere delle unghie bellissime. Scegline uno a basso costo, come quello di Essence, Kiko, Pupa, ce ne sono alcuni che costano meno di 4 euro e sono validissimi!

  1. Mi piacciono questi articoli, Francesca, perché a volte leggo l’inci ma non conosco tutti gli ingredienti, ad esempio, sapevo del dimeticone, ma non del tocoferolo 🙂

  2. Da quando “frequento” questo sito, anni ormai, uso quotidianamente l’olio cuticole e devo dire che a lungo andare gli effetti positivi di questa routine si vedono eccome.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *