in ,

Fare fiasco: l’origine incerta di questo modo di dire

Fare fiasco è un’espressione che è entrata nel vocabolario comune ed indica un insuccesso, un fallimento o qualcosa che non è andata a buon fine.

Ma perchè si utilizza proprio questo paragone? Forse non sai che esistono varie ipotesi. Scoprile insieme a noi!

Fare fiasco: l’origine nelle antiche vetrerie

Secondo il Dizionario dei Modi di Dire del Corriere della Sera, l’espressione “fare fiasco” risalirebbe all’antica arte della lavorazione del vetro. Quando l’artigiano sbagliava qualcosa durante la delicata operazione di soffiatura si ritrovava con un oggetto informe, molto simile ad un fiasco.

Questa è la prima ipotesi sulla nascita di questo modo di dire, vediamo la seconda!

Fare fiasco: la seconda versione

La seconda probabile spiegazione sulla nascita di questa espressione, sempre pubblicata sul sito del Corriere della Sera, risalirebbe ad un attore, Domenico Biancolelli che era solito improvvisare i suoi spettacoli scegliendo argomenti casuali.

La storia narra che una sera scelse come “musa ispiratrice” un fiasco ed ebbe un insuccesso tale che presto il pubblico identificò con questo oggetto il motivo del suo fallimento.

Che tu voglia credere alla prima o alla seconda ipotesi poco importa: d’ora in poi quando ti riferirai a qualcosa come ad “un fiasco” non avrai più dubbi sull’origine di questo modo di dire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Perchè si dice “Andare a tutta birra”?

Perchè si dice ingoiare il rospo? E perchè poi lo si deve sputare?