Smalti adesivi: tutto quello che c’è da sapere

Poco tempo o voglia per realizzare la manicure? Nessun problema, esistono gli smalti adesivi che ci semplificano il lavoro! Sicuramente ne avrai sentito parlare o gli avrai visti in profumeria o su internet. Ma come si usano esattamente? Conviene comprarli? E il risultato è come quello degli smalti normali? Per avere le risposte, continua la lettura

Smalti adesivi: cosa sono, come si usano

Gli smalti adesivi o nail patch sono dei prodotti che si attaccano all’unghia dando l’effetto di una vera e propria manicure colorata.
Ne esistono di tue tipi: gli stickers “normali” e quelli di “smalto vero”, come, ad esempio, i Ready-To-Go Patch Nail Lacquer di Kiko.

Gli stickers normali sono come quelli che si usano per le decorazioni piccoline, ma sono fatti per coprire tutta l’unghia. I nail patch fatti di vero smalto sono realizzati con la lacca già asciutta.

Per applicare lo smalto adesivo devi, innanzitutto scegliere la forma uguale o molto simile all’unghia da decorare. Dopodiché, lo rimuovi dall’imballaggio protettivo e lo posizioni piano, cercando di essere precisissima e coprire ogni zona. A questo punto lo schiacci con le dita oppure aiutandoti con un bastoncino o un buffer per farlo aderire bene. Infine, rimuovi gli eccessi con una lima o una spatolina, oltre il margine e nel contorno. Alcuni hanno anche una sottile pellicola da rimuovere alla fine dell’applicazione.

Gli smalti adesivi potrebbero richiedere una mano di top coat per aumentarne la durata e rendere più lucide le unghie. Tuttavia, per quelli di smalto, normalmente, non è necessario.
I nail patch “finti” si rimuovono sollevandoli o con la limatura. Quelli di smalto, di solito, vengono via solo con l’acetone.

Smalti adesivi: vantaggi e svantaggi

Gli smalti adesivi offrono ottimi risultati, proprio come se fossi andata dall’estetista o avessi dedicato tanto tempo alla nail art.

Per quanto riguarda gli stickers semplici, hanno lo svantaggio di durare poco. Spesso, infatti, iniziano a staccarsi semplicemente lavandosi le mani. Inoltre, molti hanno una colla aggressiva, che potrebbe indebolire l’unghia. Sono, comunque, perfetti per cambiare nail art in poco tempo o per occasioni particolari.

I nail patch di smalto, di solito, hanno una durata maggiore rispetto ai “colleghi”. A volte, durano anche di più dello smalto liquido! Tuttavia, il loro costo è, in media, più elevato rispetto alle classiche botticine (tra i 7 e i 15 euro a set) e sono quasi introvabili nei negozi fisici, ma puoi acquistarli su Amazon in pochi click! Segui questo link per dare uno sguardo!

Hai mai provato gli smalti adesivi? Come ti sei trovata? Se ti va, diccelo con un commento!

6 Commenti

Leave a Reply
  1. Li avevo visti da Kiko, mi hanno sempre incuriosita, ma non li ho mai acquistati, perché temo che non sarei così precisa. Mi sembrano una bella idea in caso di impossibiltà nell’usare le boccette.

  2. io ho degli smalti adesivi di YSL ma ancora non li ho usati, volevo usarne due per gli anulari perché sono leopardati e in tutte le unghie sarebbero appariscenti, ma nel periodo invernale usavo sempre altri smalti e poi non ci ho pensato più

  3. Io li ho usati diverse volte e mi sono trovata molto bene, solo che l’estate scorsa da Kiko mi avevano detto che sarebbero andati fuori produzione, ci hanno ripensato?

  4. Ho provato quelli di kiko anni fa, ma mi delusero tantissimo perchè non era facile togliere la parte eccedente e durarono pochi giorni. Non so se dipese dal fatto che erano stati messi in saldo a pochi euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *