Smalto semipermanente con rinforzo o semigel: cos’è, come si usa, vantaggi

Ciao ragazze! Oggi parliamo di una nuova tecnica che sta prendendo piede nel mondo delle unghie: quella dell’utilizzo dello smalto semipermanente con rinforzo, detto anche rinforzato o semigel. Di che cosa si tratta e quali sono i vantaggi? Come si usa? Ecco la guida completa!

Semigel o semipermanente con rinforzo: cos’è e come si usa

La tecnica del semipermanente rinforzato, in parole povere, si colloca a metà tra la ricostruzione in gel e la stesura di un comune semipermanente. Questo prodotto è sottile come un semipermanente, elastico, ma abbastanza forte da poter eseguire piccoli allungamenti, correzioni del letto ungueale e bombatura.

La differenza con il comune smalto gel è nella base, più densa rispetto a quella che tutte noi conosciamo e usiamo. Nonostante questo, non fa “strato”, quindi non è necessario limare l’unghia (ovviamente non bisogna eccedere con il prodotto) e può essere steso anche con un pennello per andare a definire bene i bordi.

La base semigel può essere utilizzata anche con le cartine da ricostruzione per allungare un po’ il margine libero. Questo lo rende perfetto per coniugare l’esigenza di rendere più belle le unghie, ma senza dover ricorrere ad una vera e propria posa del gel.

Come gli altri semipermanenti, anche il rinforzato va messo in lampada UV/LED. Una volta polimerizzato non va sgrassato ed è possibile applicare direttamente il colore.

Quali sono i vantaggi del semipermanente con rinforzo? E quanto dura?

Da quanto ho detto prima, sicuramente avrai capito che la tecnica del semipermanente rinforzato permette di apportare piccole correzioni all’unghia e di effettuare allungamenti lievi. Può essere molto utile, ad esempio, se vi si spezza un’unghia oppure se si rompe e risulta più corta delle altre.

In questo modo eviterete di dover mettere unghie finte o tip e armonizzerete l’aspetto generale della mano.

Oltre a questo, può aiutare a correggere il letto ungueale, a colmare le imperfezioni e a rendere più omogenea la superficie.

Non essendo un gel vero e proprio, ha una durata simile a quella del semipermanente comune, dalle 3 alle 4 settimane (con le dovute attenzioni).

Qui di seguito vi posto un video tutorial italiano, che ho trovato su Youtube e che spiega perfettamente l’utilizzo di questo prodotto.

Il semipermanente rinforzato può sostituire il gel?

Immagino che la domanda sorga spontanea: il semigel è un’alternativa al gel UV? Può sostituirlo completamente? La risposta, ovviamente, è no.

Ci sono alcuni casi in cui questo prodotto potrebbe non garantire la resistenza di un costruttore. Ad esempio, in caso di grave onicofagia, dove bisogna intervenire ricreando il letto ungueale e allungandolo in maniera importante, meglio usare il gel vero e proprio o l’acrilico.

Il rinforzo tramite semipermanente non è adatto alle forme da salone e in tutti quei casi in cui si vuole dare maggiore lunghezza alle unghie.

Dove posso comprare il semigel?

Come ho anticipato in precedenza, ciò che davvero cambia nella tecnica del semigel è la base, più densa rispetto a quella normale.

Non sono moltissimi gli store che lo hanno in vendita, in quanto molti preferiscono puntare sull’acrygel, più resistente e adatto per quasi tutti i lavori di ricostruzione unghie.

Comunque, con una ricerca mirata, puoi comprarlo su Amazon: clicca qui per dare uno sguardo.

Inoltre, è possibile trovarlo anche su Modaunghie.it, uno store che io stessa ho provato e con il quale ho avuto il piacere di una fruttuosa collaborazione professionale.

Un ultimo consiglio: se non ce l’avete, comprate anche un buon primer in modo da garantire una perfetta adesione.

Con questa guida su che cos’è il semipermanente rinforzato per oggi ho concluso, ma tu non andare via! Dai un’occhiata a tutti gli altri articoli del blog e, se ti va, lasciami un commento qui sotto!

3 Commenti

Leave a Reply
  1. E’ una tecnica interessante, per fortuna io non ho problemi di ricrescita, quindi uso quasi sempre i semipermanenti “normali”, meglio se monofasici.
    Comunque bellissimo l’effetto zucchero, mi piace!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *