Unghie: cosa fare dopo aver tolto il gel o il semipermanente

Hai tolto la ricostruzione in gel oppure il semipermanente e ora le tue unghie sono stressate e appaiono deboli? Niente paura: ecco cosa fare!

La ricostruzione permette alle nostre unghie di avere un aspetto sano, robusto e femminile, anche se abbiamo i margini fragili o dopo anni di onicofagia.

Spesso, però, arriva il giorno in cui decidiamo di toglierla per questioni di praticità, di costi o, semplicemente, perché ci siamo stancate dei refill necessari.

Tuttavia, dopo la rimozione del gel, le unghie possono risultare indebolite a causa delle ripetute limature. Cosa fare, allora, per rinforzarle? Segui i nostri consigli nella prossima pagina!

5 Comments

Leave a Reply
  1. Non ho mai fatto la ricostruzione ma ho provato la copertura in gel, anche se si parla di più di 10 anni fa. Avevo scelto una french manicure, in modo da poter applicare gli smalti colorati, ma lo scalino della ricrescita era fastidiossimo fin da subito. Ho fatto rimuovere il tutto dopo non molto e le mie unghie erano diventate molli e fragili. La mia esperienza non è stata positiva ed essendo una persona che cambia spesso smalto non sono più stata attratta da gel e semipermanenti.

  2. Ho provato il semipermanente e poi alcune unghie erano molli (soprattutto l’indice della mano destra). Adesso ho una base arrivata quasi ad eliminazione naturale, però ho bufferizzato varie volte per cui non ho lo scalino… vediamo tra un paio di mesi…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.